Skip to main content

Parte il servizio di trasporto cittadino in e-bike per la città di Asti operato da VAIMOO in collaborazione con ASP.

È stato presentato martedì 26 marzo, nella postazione di via Toti (nei pressi del Tribunale e di FuoriLuogo) il servizio di noleggio biciclette cittadino, alla presenza delle autorità e degli operatori che hanno informato la cittadinanza sul funzionamento del nuovo sistema di trasporto.

Il progetto è stato attuato con contributi ministeriali per la promozione della sharing mobility destinati, attraverso la Regione Piemonte e l’Agenzia della Mobilità Piemonte, ad Asp che, a sua volta, ha affidato la gestione a Vaimoo.

Il servizio comprende una flotta di 80 e-bike, suddivise in 20 stazioni.

Il progetto ha l’obiettivo di offrire ai cittadini un sistema integrato tra i servizi di trasporto pubblico locale operati da Asp e il nuovo bike sharing. Il piano tariffario Vaimoo prevede infatti ulteriori scontistiche sull’utilizzo del servizio del bike sharing per gli utenti in possesso di un titolo di viaggio Asp in corso di validità.

“Un ulteriore tassello che compone il mosaico delle azioni concrete volte ad offrire opportunità di mobilità sostenibile ai nostri cittadini. Dopo la sostituzione degli autobus più inquinanti, la riapertura di linee ferroviarie, ora il bike sharing con bici elettriche ci consente di allargare il paniere dell’offerta trasportistica su Asti” il commento di Marco Gabusi, assessore regionale ai Trasporti.

“Questo nuovo servizio mira ad incentivare l’utilizzo di biciclette per gli spostamenti all’interno della città in alternativa ad automobili – ha commentato il Sindaco di Asti Maurizio Rasero -. Sono evidenti le ricadute sul traffico e, di conseguenza, sull’inquinamento atmosferico, considerando anche i benefici dell’attività motoria. Credo sia un servizio al passo con i tempi e mi auguro che la cittadinanza ne comprenda l’utilità e lo sfrutti al meglio”

“Questa iniziativa di sharing mobility rappresenta un importante passo avanti nella promozione della mobilità sostenibile. Grazie ai contributi ministeriali e alla collaborazione con la Regione Piemonte, siamo riusciti a realizzare un sistema integrato tra i servizi di trasporto pubblico locale e il bike sharing, offrendo agli utenti una soluzione di mobilità agile, conveniente e rispettosa dell’ambiente – ha dichiarato Cristina Bargero, presidente dell’Agenzia della mobilità piemontese -. Servizi di bike sharing elettrico come questo, fanno la differenza verso una mobilità più intelligente e responsabile, migliorando la qualità della vita dei cittadini, in un’ottica di responsabilità anche verso le generazioni future”.

“Abbiamo accolto con interesse la proposta di Regione e A.M.P. di attuare questo servizio anche ad Asti – ha aggiunto il Presidente di Asp Fabrizio Imerito -. L’integrazione tra il bike sharing e i bus della nostra azienda può diventare un’interessante alternativa all’utilizzo dell’automobile. Per Asp è un ulteriore tassello che si aggiunge al progetto di innovazione del servizio per cui è in corso l’acquisto di autobus elettrici”.

“Il contributo ministeriale, di cui possiamo usufruire grazie a Regione e A.M.P., ci permette, attraverso questo progetto, di offrire agli utenti abbonati ai nostri servizi di trasporto il valore aggiunto del bike sharing” commenta l’Amministratore Delegato di Asp Giuseppe Cagliero.

“Ci auguriamo che l’avvio del servizio di bike sharing elettrico nella città di Asti sia un altro passo significativo verso una mobilità più sostenibile e accessibile a tutti. – Afferma Matteo Pertosa, CEO e fondatore di VAIMOO. Siamo orgogliosi di contribuire alla crescita della mobilità sostenibile con una soluzione 100% Made in Italy, progettata e realizzata totalmente sul territorio nazionale.”

Per maggiori informazioni in merito al servizio di Bike Sharing di Asti è possibile consultare la pagina dedicata.

Approfondimenti

White Paper
Micromobilità e Trasporto Pubblico: l'opportunità per ridurre l'uso di auto

Disponibile per il download